Crea sito

La ricchezza dell’invisibile

La ricchezza dell’invisibile

 

 

 

“Gli ho chiesto di quei tempi, quando ancora eravamo così giovani, ingenui, impetuosi, sciocchi, sprovveduti. È rimasto qualcosa tranne la giovinezza – mi ha risposto”. (Il cerchio raccolta “Il tempo invecchia in fretta“). Un attacco magnifico rivela la sapienza narratologica di Antonio Tabucchi. La ricchezza dell’invisibile attiene alla bellezza dell’arte, a quel nutrimento fatto di pensieri, immagini, versi, la nobiltà dei suoni, altezze della mente. Gli eterni, come li chiamava il filosofo Emanuele Severino, si nascondono alla nostra vista ma ci sono. L’invisibilità materiale non ha nulla a che fare con la presenza reale. La bellezza di contraddire quel flusso che vede la nascita come qualcosa che esce dal nulla e la morte come qualcosa che ci riproietta nel nulla. Sulla base dell’asserto che “Il nulla” non può generare gli enti, l’ente o essente deve avere una causa primigenia.

Pubblicato da amicoproust

Giuseppe Cetorelli nasce a Roma il 10-07-1982. Compie studi tecnici e musicali. Si laurea in filosofia nel 2007 e consegue il diploma di sax in conservatorio. Appassionato di letteratura e filosofia, scrive racconti, testi per il teatro e recensioni musicali. Autore della raccolta di racconti "Camminando fra gli uomini" ha poi pubblicato un racconto in un volume collettaneo: "Il reduce" - Selenophilia (ukizero) edito da Alter Erebus. È fondatore e amministratore del blog letterario e filosofico www.amicoproust.altervista.org. È redattore del portale di attualità, informazione e cultura ukizero.com ed elzevirista de ilquorum.it. Ha rilasciato un'intervista ai redattori di occhioche.it, quotidiano online. È presente nel catalogo della rivista "Poeti e Poesia" con il racconto "Il Restauratore". È stato presidente e vicepresidente di un'associazione musicale, ha insegnato discipline musicali presso varie scuole private della regione Lazio. I suoi vasti interessi culturali e la propensione all'interdisciplinarietà lo hanno innalzato a vivace promotore di iniziative nei campi dell'arte e della letteratura.