Crea sito

l’orientale

 L’ ORIENTALE

 

La notte lo coprì ma non lo nascose. Si scorgeva da lontano tra la fitta rete di strade e la pioggia. Era lui: il cinese. Il cinese non è un uomo ma un ristorante. Attraverso la porta, un pesante vetro incardinato, occidentali seduti e orientali in piedi chi mangia si rilassa, chi lavora sgambetta.

I labiali si muovono muti come pesci in un acquario; qua e là cartoni penduli, enormi ventagli alle pareti, la muraglia sullo sfondo e su tutto il viola che dona riposo agli occhi. Sono certamente un estraneo al di qua dell’uscio, ma al di là un altro mondo; per loro non esisto finché non mi presento. Io sono all’esterno li vedo ed esistono, sarò qualcuno per loro nel momento in cui aprirò questa porta. Ma ora, qui fermo, io so di loro e loro nulla di me. È una strana sensazione. Potrei decidere di andarmene. Tuttavia è sempre bello esistere per qualcun’ altro, anche se per il tempo di una cena.

Pubblicato da amicoproust

Giuseppe Cetorelli nasce a Roma il 10-07-1982. Compie studi tecnici e musicali. Si laurea in filosofia nel 2007 e consegue il diploma di sax in conservatorio. Appassionato di letteratura e filosofia, scrive racconti, testi per il teatro e recensioni musicali. Autore della raccolta di racconti "Camminando fra gli uomini" ha poi pubblicato un racconto in un volume collettaneo: "Il reduce" - Selenophilia (ukizero) edito da Alter Erebus. È fondatore e amministratore del blog letterario e filosofico www.amicoproust.altervista.org. È redattore del portale di attualità, informazione e cultura ukizero.com ed elzevirista de ilquorum.it. Ha rilasciato un'intervista ai redattori di occhioche.it, quotidiano online. È presente nel catalogo della rivista "Poeti e Poesia" con il racconto "Il Restauratore". È stato presidente e vicepresidente di un'associazione musicale, ha insegnato discipline musicali presso varie scuole private della regione Lazio. I suoi vasti interessi culturali e la propensione all'interdisciplinarietà lo hanno innalzato a vivace promotore di iniziative nei campi dell'arte e della letteratura.

Una risposta a “l’orientale”

I commenti sono chiusi.